Stampa questa pagina
Giovedì, 21 Settembre 2017 08:13

RENDICONTO DI GESTIONE DEGLI ENTI LOCALI: E' PERENTORIO IL TERMINE DILATORIO PER IL DEPOSITO DEI DOCUMENTI A DISPOSIZIONE DEI CONSIGLIERI COMUNALI

Assume rilievo la vittoria del nostro Studio dinanzi al TAR Campania in un processo finalizzato all'annullamento della delibera di consiglio comunale con cui era stato approvato il rendiconto della gestione di un ente locale in dispregio del termine dilatorio di cui all'art. 227 del decreto legislativo n.267/000 (nella specie si trattava del Comune di Caserta).

I giudici amministrativi campani hanno messo in rilievo la violazione del termine "a garanzia" dei consiglieri comunali introdotto dalla norma di riferimento: qualora, difatti, i documenti costitutivi del rendiconto della gestione (conto del bilancio, conto economico, stato patrimoniale, relazione dell'organo di revisione) vengano messi a disposizione oltre il termine minimo di venti giorni prima dalla seduta consiliare di approvazione del rendiconto di gestione la delibera stessa è illegittima e quindi esposta all'annullamento giurisdizionale.

Nel caso di specie la relazione dell'organo di revisione era stata messa a disposizione organo consiliare soltanto due giorni prima della seduta fissata per l'approvazione del rendiconto di gestione: di qui l'accoglimento del nostro ricorso giurisdizionale ed il consequenziale annullamento del deliberato consiliare.

Letto 611 volte