1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer
White Ex-Police Officer Sentenced to Jail Time After Killing a Black Teenager

White Ex-Police Officer Sentenced to Jail Time After Killing a Black Teenager

Just days before the well-publicized shooting of an unarmed black teenager in Ferguson, Missouri fanned the flames of racial discontent across the country, a less publicized crime occurred. A 24-year veteran of the Tulsa police force shot and killed his daughter's black boyfriend in an off-duty dispute. After four trials spanning almost a year, former Tulsa police officer Shannon Kepler was convicted of first-degree murder.

 

fresno criminal defense attorney Happened?

 

Although Kepler's lawyer argued that the girl's father was simply trying to protect his daughter, who had run away from home to live in a crime-ridden neighborhood, the racial undercurrent of this case was undeniable. Kepler told investigators that he shot 19-year-old Jeremy Lake in self-defense, yet police did not find a weapon on him and neighbors testified that he did not have a gun.

 

Self-Defense or Murder?

 

Like anyone else charged with a criminal offense, Kepler hired a criminal defense attorney to represent him in court. This attorney argued that since the officer fired on Lake in an attempt to protect his daughter from harm, the killing should be considered self-defense. However, the fact that the defense was unable to prove that Lake had a weapon made this defense difficult to prove.

 

The Trials

 

Civil rights activists accused Kepler and his lawyers of attempting to purposefully exclude black jurors after each of the four trials seated only one black juror each. His lawyers denied this claim, and after issuing three mistrials the prosecutors declared that the reason for jurors' hesitation to convict was based on citizens' reluctance to send police officers to prison. The first jury deadlocked 11-1, resulting in a first mistrial, while the second jury deadlocked 10-2 and the third was split directly down the middle.

 

The End Result

 

In the end, Kepler was convicted and while the state of Oklahoma only stipulates a mandatory minimum of four years in prison, the jurors recommended a 15-year prison sentence. Kepler was also ordered to pay a $10,000 fine. Ultimately, whether family attorney tulsa ok was racially motivated or not, Lake's killer was convicted.

 

What's the Takeaway?

 

The ambiguity of this case is what makes it noteworthy. Had the defendant been able to prove that Lake had a weapon, it is arguable that the end result of this case would have been quite different. While Kepler's conviction does stand as a testament to the effectiveness of Oklahoma courts at prosecuting even members of the law enforcement community successfully to obtain justice for victims and their families, it can also be seen as a cautionary tale regarding the necessity of finding a suitable defense attorney.

Area Riservata

Dove Siamo

Newsletter

Utilizziamo i cookie per garantire la migliore esperienza sul nostro sito

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cosa sono i cookies?

I cookies sono informazioni inviate al tuo browser da un server web e che vengono successivamente memorizzati sul disco fisso del tuo computer quando un utente visita un sito web o utilizza un social network con Pc, Smartphone o Tablet. Il cookie viene poi riletto e riconosciuto dal sito web che lo ha inviato ogni qualvolta effettui una connessione successiva. I cookies permettono di creare delle statistiche sulle aree del sito visitate dagli utenti in modo anonimo. I dati raccolti vengono poi letti in forma aggregata per comprendere l'efficienza del sito e il livello di esperienza di navigazione. I cookies utilizzati quindi non contengono nessuna informazione personale sugli utenti. I cookies possono essere memorizzati in modo permanente sul tuo computer ed avere un durata variabile (c.d. cookies persistenti), ma possono anche svanire con la chiusura del browser o avere una durata limitata (c.d. cookies di sessione). I cookies possono essere installati dal sito che stai visitando (c.d. cookies di prima parte) o possono essere installati da altri siti web (c.d. cookies di terze parti). I cookies vengono utilizzati in alcuni casi per eseguire autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni e memorizzazione di informazioni sugli utenti che accedono ad una pagina web. 

A cosa servono i cookies?
COOKIES TECNICI

Questi cookie molto spesso rendono più veloce e rapida la navigazione la fruizione del web in quanto intervengono a facilitare alcune procedure soprattutto durante gli acquisti online. 

COOKIES DI PROFILAZIONE

Questi cookie servono per monitorare e profilare gli utenti durante la navigazione, studiare i loro movimenti/abitudini di consultazione del web. Sono utilizzati anche con scopi pubblicitari mirati (c.d. Behavioural Advertisign). 

COOKIES DI TERZE PARTI 

In alcuni casi accade che una pagina web contenga cookie provenienti da altri siti e contenuti in vari elementi ospitati sulla pagina stessa (banner pubblicitari, immagini, video, ecc.). I cookie di terze parti molte volte sono utilizzati con fini di profilazione. I cookie scaricati su pc, smartphone e tablet possono essere letti anche da altri soggetti, diversi da quelli che gestiscono pagine web. 

COOKIES ANALITICI 

Questo sito utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google Inc. (Google). Google Analytics utilizza dei cookies per raccogliere informazioni statistiche aggregate sull’utilizzo del Sito da parte degli utenti (numero di visitatori, pagine visitate, tempo di permanenza sul sito ecc…). Per consultare l’informativa privacy della società Google, relativa al servizio Google Analytics, puoi consultare la Policy Privacy di Google in italiano. 

COOKIES DEI SOCIAL NETWORK 

In alcune pagine del sito possono essere presenti i pulsanti di condivisione sui maggiori Social Network: in questo caso i cookies generati appartengono al Social Network selezionato di volta in volta. 

Come posso disattivare i cookies? 

E' possibile modificare il browser per disattivare i cookies tramite una procedura molto semplice. Attenzione: disattivando i cookies sia nome utente che password non saranno più memorizzati sul box di login del sito. 

Firefox: 
Apri Firefox
Premi il pulsante Alt sulla tastiera
Nella barra degli strumenti situata nella parte superiore del browser, seleziona Strumenti e successivamente Opzioni
Seleziona quindi la scheda Privacy
Vai su Impostazioni Cronologia: e successivamente su Utilizza impostazioni personalizzate. 
Deseleziona Accetta i cookie dai siti e salva le preferenze. 

Internet Explorer: 
Apri Internet Explorer
Clicca sul pulsante Strumenti e quindi su Opzioni Internet
Seleziona la scheda Privacy e sposta il dispositivo di scorrimento sul livello di privacy che desideri impostare (verso l'alto per bloccare tutti i cookies o verso il basso per consentirli tutti) 
Quindi clicca su OK

Google Chrome: 
Apri Google Chrome
Clicca sull'icona Strumenti
Seleziona Impostazioni e successivamente Impostazioni avanzate 
Seleziona Impostazioni dei contenuti sotto la voce Privacy 
Nella scheda Cookies è possibile deselezionare i cookies e salvare le preferenze

Safari:
Apri Safari
Scegli Preferenze nella barra degli strumenti, quindi seleziona il pannello Sicurezza nella finestra di dialogo che segue 
Nella sezione Accetta cookie è possibile specificare se e quando Safari deve salvare i cookies dai siti web. Per ulteriori informazioni clicca sul pulsante di Aiuto (contrassegnato da un punto interrogativo) 
Per maggiori informazioni sui cookies che vengono memorizzati sul vostro computer, clicca su Mostra cookie

Questa pagina è visibile, mediante link in calce in tutte le pagine del Sito ai sensi dell'art. 122 secondo comma del D.lgs. 196/2003 e a seguito delle modalità semplificate per l’informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.126 del 3 giugno 2014 e relativo registro dei provvedimenti n. 229 dell'8 maggio 2014.